Archivi categoria: Solo per underwood

Solo per underwood: Carmelo Bene

Io posso citare, e nel momento che cito quello che cito è mio e non perché sacrifichi me stesso. Ma a questo punto l’opera di altri non esiste più, esiste un’opera mia perché mia è la scelta di parlarne.  (carmelo … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , | Lascia un commento

Solo per underwood: Carmelo Bene

Io posso citare, e nel momento che cito quello che cito è mio e non perché sacrifichi me stesso. Ma a  questo punto l’opera di altri non esiste più, esiste un’opera mia perché mia è la scelta di parlarne. (carmelo … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , | 1 commento

Solo per underwood: Guy Debord

Questa democrazia così perfetta fabbrica da sé il suo inconcepibile nemico, il terrorismo. Vuole infatti essere giudicata in base ai suoi nemici piuttosto che in base ai suoi risultati. La storia del terrorismo è scritta dallo Stato; quindi è educativa. … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Solo per underwood: Guy Debord

Sul piano puramente teorico, dovrò aggiungere a quanto avevo formulato in precedenza solo un dettaglio, ma carico di conseguenze. Nel 1967 distinguevo due forme, successive e antagonistiche, del potere spettacolare: quella concentrata e quella diffusa. Entrambe aleggiavano sulla società reale, … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Solo per underwood: Guy Debord

Nel 1967 ho mostrato in un libro, La società dello spettacolo, ciò che lo spettacolo moderno era già nella sua essenza: il regno autocratico dell’economia mercantile elevato a uno statuto di sovranità irresponsabile, e l’insieme delle nuove tecniche di governo … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Solo per underwood: Modigliani

Carissima, avevo creduto che mi chiamassero ma non è successo niente. Questo mi aveva fatto venire un certo gusto di tornare in Italia, ma…continuo qui. Mi dispiace molto di sapere che Umberto è messo male. Sono al corrente di Emanuele … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , | Lascia un commento

Solo per underwood: Carrère

Fatico a conciliare queste immagini: lo scrittore teppista che ho conosciuto un tempo, il guerrigliero braccato, l’uomo politico responsabile, la star a cui le rubriche di gossip dedicano articoli entusiasti. (emmanuel carrère, limonov, adelphi)

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Se guardi la neve che scende a coprire la terra, coprire se stessa e tutto ciò che tu non sei, vedrai che è la deriva gravitazionale della luce sul rumore dell’aria che cancella l’aria, è il cadere dell’attimo nell’attimo, la sepoltura del sonno, la … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , | Lascia un commento

Solo per underwood: Nicolas Rey

In quel preciso istante, proprio in quel preciso istante, arriva nel caffé una ragazza che somiglia a quella che stiamo aspettando. Con la mano abbozziamo un gesto che ci pentiamo immediatamente di aver fatto. La ragazza, però, ci ha visto. … Continua a leggere

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Solo per underwood: Paul Auster

I tuoi piedi scalzi sul pavimento freddo mentre ti alzi da letto e vai alla finestra. Hai sei anni. Fuori nevica, e i rami degli alberi in cortile si stanno imbiancando. (paul auster, diario d’inverno, einaudi)

Pubblicato in Solo per underwood | Contrassegnato , , | Lascia un commento